Gli austriaci e Carlo III di Borbone

Alla fine del XVII secolo il nostro territorio fu colpito da una violenta scossa di terremoto.

Dopo la breve parentesi del dominio austriaco il regno riacquistò autonomia con la presa di potere di  Carlo III di Borbone che, riallacciando i rapporti con la Sublime Porta, volle che Brindisi fosse punto di passaggio del servizio postale che univa Napoli a Costantinopoli e l’istituzione di un tribunale del commercio di mare e di terra.

Il sisma del 20 febbraio 1743, accelerò, in certo senso, la riqualificazione urbanistica della città che, da baluardo militare doveva trasformarsi in emporio commerciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.